Pag 36: Agricoltura per tutti
stampa segnala ad un amico

Notizie dai campi

Brevi

La fecondazione strumentale delle femmine di razza Avelignese si deve affidare a medici veterinari specializzati. E’ pratica laboriosa, costosa e non sempre si conclude con l’ingravidamento. Il seme si deve acquistare fuori provincia.

Parole chiave: agricoltura (1201)
Trentino - Cavallo Avelignese. - 2011 - Giuseppe Michelon

Trentino - Cavallo Avelignese. - 2011 - Giuseppe Michelon

Allevamenti

FECONDAZIONE EQUINA. La fecondazione strumentale delle femmine di razza Avelignese si deve affidare a medici veterinari specializzati. E’ pratica laboriosa, costosa e non sempre si conclude con l’ingravidamento. Il seme si deve acquistare fuori provincia perché in Trentino non ci sono stalle abilitate all’allevamento di maschi da riproduzione.

Difesa

CINIPIDE DEL CASTAGNO. Il lancio di 100 esemplari femmina e 50 maschi di Torymus sinensis da parte degli entomologi dell’Unità fitoiatria di S. Michele è stato di necessità limitato a tre zone: Lodrone di Storo, Nago e Fornace in Alta Valsugana. Non hanno potuto fare di più perché l’istituto di entomologia ambientale dell’ Università di Torino è oberato di richieste da altre regioni italiane.

Iniziative

MACCHINE PER ORTICOLTURA. I 12 giovani agricoltori soci del Consorzio ortofrutticolo Val di Gresta che hanno aderito al progetto orticoltura meccanizzata, hanno acquistato un numero consistente de variato di macchine agricole per l’orticoltura da utilizzare in proprio , ma anche per conto di soci. Si tratta dei seguenti tipi di attrezzi: ripuntatori, erpici rotanti, strigliatori, coltivatori di interfila, seminatrici e sarchiatrici di precisione, barra irrorante. Non hanno ricevuto contributi dall’Ente pubblico, ma solo un incentivo finanziario da parte della cooperativa.

Evidenza

COMPOSTAGGIO DIMENTICATO. La cooperativa Agricompost che ha gestito per qualche anno l’impianto di compostaggio di Castelfondo è stata sciolta all’inizio del 2011 e l’impianto con le attrezzature che nei primi anni 2000 sono costai 3 miliardi di vecchie lire pagati dalla provincia di Trento tramite l’Assessorato al’ambiente è diventato proprietà del Comune. In zona c’ è chi vorrebbe ripristinarlo magari affidando la gestione ad un finanziatore esterno.

Brevi
  • Attualmente 0 su 5 Stelle.
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Votazione: 0/5 (0 somma dei voti)

Grazie per il tuo voto!

Hai già votato per questa pagina, puoi votarla solo una volta!

Il tuo voto è cambiato, grazie mille!

Log in o crea un account per votare questa pagina.

Non sei abilitato alla visualizzaizone del commento.

Non sei abilitato all'invio del commento.

Effettua il Login per poter inviare un commento