“Nuove braccia” per la Croce Rossa

Domenica al Lago delle Piazze si è tenuta la prima edizione della Festa del Soccorritore organizzata dal gruppo di Sover e Bedollo. In partenza il nuovo corso per volontari

Un impegno volontario prezioso per garantire salute e benessere ai cittadini, e una presenza costante che non si limita ai soli casi di emergenza od incidente. È stata la cornice del lago delle Piazze ad ospitare domenica sull'Altopiano di Pinè la prima “Festa del Soccorritore”, promossa dai volontari della Croce Rossa di Sover-Bedollo, attivi già dagli anni ’70 prima a servizio delle comunità dei comuni di Sover, Valfloriana e quindi di Bedollo e Baselga di Pinè.

Un momento d’incontro tra i volontari del soccorso e la comunità pinetana per presentare l’articolata attività svolta. “Attualmente siamo in 45 volontari e grazie a tre ambulanze assicuriamo la reperibilità sulle 24 ore in collaborazione con Trentino Emergenza” spiega Oriana Pisetta presidente della Gruppo di Sover-Bedollo della Croce Rossa. “Un impegno costante e puntuale che non si ferma però alle solo emergenze sanitarie o agli incidenti stradali. I nostri volontari sono impegnati anche nel supporto a tanti eventi e manifestazioni sportive e di animazione, e nel garantire il trasporto di anziani disabili presso i vari presidi sanitari per visite, esami o varie terapie riabilitative (dialisi)”.

La prima “Festa del Soccorritore” è stata così l'occasione per illustrare le diverse attività svolte dai gruppi e settori della Croce Rossa Italiana in Trentino, proponendo anche la simulazione di salvataggio in acqua, le manovre di vigili del fuoco volontari di Baselga, Bedollo e Sover e le esercitazioni della sezione Alta Valsugana del Soccorso Alpino. In appositi stand sono state presentate le manovre di rianimazione cardiopolmonare, salvavita e disostruzione pediatrica ed esposizione dell’ambulanza, dando tanti consigli e indicazioni ai tanti presenti, prima delle dimostrazioni di salvataggio in acqua operate delle unità cinofile delle Croce Rossa.

“Una manifestazione che ha visto all'opera i vari gruppi del Alta e Bassa Valsugana, alla presenza del presidente regionale Claudio Spadaro e del nostro referente medico Graziano Villotti – precisa Oriana Pisetta – ma che è servita a coinvolgere le persone interessate a dedicare una piccola parte del proprio tempo libero all’attività di volontariato nel gruppo Croce Rossa Italiana di Sover-Bedollo, un presidio importante in un territorio ampio e spesso periferico rispetto a centri ospedalieri o riabilitativi”.

Un servizio prezioso che richiede ora l'apporto di “nuove braccia”. “Il 12 settembre partirà un corso base per aspiranti volontari del soccorso presso la nostra sede di Sover”, conclude la presidente Pisetta. “Il corso – due gli appuntamenti settimanali – si concluderà con un breve esame, ma sarà soprattutto un'occasione per avvicinarsi alla realtà della Croce Rossa Italiana, apprendendo nozioni di pronto soccorso e manovre salvavita in ambiente domestico e sul posto di lavoro”.

vitaTrentina

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
vitaTrentina

I nostri eventi

vitaTrentina