Caro energia, Confcommercio: “Per le imprese bollette tre volte più alte”

Per le famiglie trentine la Provincia prevede uno sconto di 180 euro direttamente in bolletta

Le imprese si trovano a far fronte a importi delle bollette per l’energia elettrica triplicati rispetto all’anno scorso. L’allarme arriva da Confcommercio Trentino nella persona del suo presidente, Giovanni Bort. “Il problema è molto vasto – spiega -, è necessario intervenire al più presto per evitare un autunno ancora peggiore“.

Un aumento che sta mettendo a dura prova la sostenibilità economica di molte imprese, che si trovano strette tra l’impossibilità di rivedere i listini adeguatamente e una ridda di aumenti che, da mesi, riguardano le materie prime ed i prodotti energetici. Molte attività tentano di rivedere le proprie strategie imprenditoriali per far fronte a un autunno pieno di incertezza.

“Tanti soci ci stanno contattando – spiega Bort – per segnalarci gli aumenti delle bollette dell’energia elettrica. Aumenti che arrivano spesso al triplo degli importi dell’anno scorso. Una crescita insostenibile che mette in crisi le aziende, anche in presenza di una stagione estiva che sembra faccia registrare numeri positivi. Nonostante la complessità dei fattori che condizionano il prezzo dell’energia, occorrono interventi che possano mitigare questi aumenti e aiutare le imprese sulle quali gravano in modo insostenibile. Soprattutto in vista dell’autunno e dell’inverno c’è bisogno di mettere al riparo la nostra economia da queste variabili esorbitanti. Nelle prossime settimane e nei prossimi mesi famiglie e imprese dovranno fare i conti anche con i rincari del prezzo del gas e ciò rischia di essere veramente critico”.

In questo momento anche Confesercenti sta intervenendo per aiutare i suoi soci. “Come associazione – conclude Bort – stiamo mettendo in campo alcune azioni che riteniamo possano aiutare le imprese, a partire da iniziative di rete e comunità che condividano produzione e consumo di energia. Riteniamo, inoltre, sia una strada da percorrere anche quella dell’istituzione di una sorta di autorità regionale per l’energia, come stiamo chiedendo assieme alla Camera di Commercio di Bolzano, in grado di monitorare e valutare il sistema energetico territoriale che, ad esempio nelle risorse idriche, possiede potenzialità che vanno sicuramente tutelate e implementate”.

vitaTrentina

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
vitaTrentina

I nostri eventi

vitaTrentina