Economia&lavoro
stampa

L’attiva componente rosa dell’Associazione Italiana Sommelier in Trentino

Il vino viene versato nel calice; l'assaggiatore lo porta al naso per valutare l'intensità del profumo, ruota il bicchiere per coglierne la complessità e la qualità olfattiva; poi l'assaggio, rigorosamente a piccoli sorsi, per assaporarne le morbidezze e le durezze, la struttura, la persistenza; infine il giudizio complessivo sull'armonia e il carattere. Quella del sommelier è un'arte basata su un solido bagaglio di degustazioni: il palato ed i sensi vanno allenati e la conoscenza ampliata assaggiando tanti vini.

Parole chiave: sommelier (1), Territorio (18674), vino (170), racconto (59), donne (319)

Attenzione!

La lettura di questo articolo è riservata agli abbonati. Per vedere questo contenuto devi essere Abbonato e digitare il tuo login e la tua password. Se vuoi abbonarti clicca su abbonati subito